IMPERFEZIONI MOLESTE. E OLTRE

C’è un punto, là, all’infinito,

che ci toccheremo

e le mani allora potranno parlarsi

là dove si incontrano le parallele dell’universo

 

e piangono di vergogna i maliziosi e gli ignoranti.